Infografica: parole a scuola!

Infografica: parole a scuola - Italian language words about school
Read the original article on Kappa Language School’s website.

Advertisements

Amatrice, the destroyed town that I still call “home”

If you are not living underground or on the top of a very high mountain, you might have noticed that this end of summer has been quite dramatic for most of us Italians. The earthquake that suddenly shook central Italy in the night of August 24th has stolen 296 lives and is still haunting the dreams of the ones of us who have been touched, directly or indirectly, by this reoccurring tragedy…

Continue reading the original article on Kappa Language School’s website.

Parlare e dire: qual è la differenza?

In attesa della ripresa delle lezioni, ripassiamo un po’ la differenza tra “parlare” e “dire” grazie agli amici di Affresco Italiano!

Affresco della Lingua Italiana

Parlare e dire

Ciao a tutti! Come va?

Oggi parleremo di due verbi che causano non poche confusioni agli studenti non italofoni che studiano la lingua italiana: parlaree dire, che non sono sinonimi come accade spesso in alcune lingue neolatine. Se farete una piccola ricerca su qualsiasi dizionario monolingue d’italiano, troverete tantissimi significati e usi diversi del verbo “parlare”, di cui elenchiamo alcuni:

1 – Esprimersi con la voce articolando i suoni in modo compiuto: è piccolina, ma parla già così bene; Anna era così emozionata, che non riusciva a parlare; cerca di parlare in modo corretto; parlare in modo sgarbato, forbito.

2 – Comunicare per mezzo del linguaggio, esprimere i pensieri e i sentimenti attraverso le parole: posso cominciare a parlare?; mentre parlo, non mi interrompa!; perché parli senza riflettere?;

3 – Rivolgersi a qualcuno: mi hai sentito? Sto parlando con te!;

4 – Conversare, avere un colloquio con qualcuno: sono stata…

View original post 394 more words