La radio

Un’utilissima collezione di link per chi vuole esercitarsi nella comprensione orale della lingua italiana. E per i più pigri c’è la nostra webradio #Aperitalia: https://www.kappalanguageschool.com/en/component/k2/itemlist/tag/aperitalia

Flat Tire

805[1]

(English version below)

Il consiglio che do sempre ai miei studenti è di ascoltare la radio.

Sono magari un po’ vecchia scuola, ma penso davvero che la radio possa offrire un’opportunità eccellente per praticare la vostra capacità d’ascolto. Ci sono stazione radio per ogni argomento con programmi davvero interessanti. I dialoghi sono autentici e non recitati in modo artificioso per un corso di lingue.

Durante la giornata ho sempre la radio in sottofondo. Così, appena volessi prendere una breve pausa dal lavoro, mi potrei rilassare esercitando la mia capacità d’ascoltato.

Ricordatevi che ascoltare aiuta:

  1. Processare subconsciamente una lingua
  2. Famigliarizzarsi con il ritmo di una lingua
  3. Famigliarizzarsi con la struttura di una lingua
  4. A parlare, dato che ascoltare è un elemento importante per essere capace di avere una conversazione

Ma non basta avere la radio in sottofondo nella lingua che volete imparare, fate anche un sforzo di ascoltarla davvero. Trovate 10 minuti al giorno, per esempio 5 al mattino e 5 quando tornate dal…

View original post 383 more words

Learn Italian words (and grammar): la colazione in Italia!

As every grandma uses to say, “breakfast is the most important meal of all”. And that is indeed true, especially if you consider that generally it helps your body recovering from a night of fasting! So what’s the deal with Italian breakfast?

From a country whose diet is renowned worldwide, with an outstanding variety of ingredients and a cookbook stuffed with delicious recipes, you would expect excellence even when it comes to the first meal of the day. Yet, breakfast in Italy is very different from what many expats and Italian language students would expect, as it is usually a very fast and light meal, the mainstay being a cappuccino or an espresso accompanied by some pastries (cornetti) and, occasionally, corn flakes and cereals (fiocchi d’avena e cereali). In a regular Italian breakfast there is no room for cheese, eggs, beans or bacon, and actually most Italians tend to consider the idea of having a “salty breakfast” (or eating anything salted before midday) quite disgusting.

Even in Italy, of course, you will be able to find bars, pubs and hotels which regularly serve English or American breakfast, but if you really want to get the full Italian experience, you should really try to melt in and have a quick and light Italian breakfast in a local bar, peeking at a quotidiano and catching the occasion to have a chat with Italian natives on the latest news

For all of you who want to be prepared when having your first breakfast in Italy, here’s a new infographic… with a quick grammar overview about si passivante included!

 

Learn Italian words and grammar: breakfast in Italy, Infographic

Lessico: ci tocchi?

Un ripasso molto utile, soprattutto per chi è al mare!

Centro Lingua Italiana

Quest’espressione vi risulterà particolarmente utile se avete in mente di trascorrere le vacanze estive sul litorale italiano.

Se in acqua qualcuno vi domanda “ci tocchi?” non confondetevi! L’interlocutore non si riferisce al contatto fisico tra persone. Vi sta chiedendo se nel punto in cui siete state toccando il fondo del mare con i piedi.

Vediamo alcuni esempi:

  • ci tocchi ancora?
  • sì, ma solo in punta di piedi.

  • Mamma, posso fare il bagno?
  • Sì, ma non andare da sola dove non si tocca.

  • Mi piacciono le spiagge con il fondale profondo. Quelle dove dopo poche bracciate non ci tocchi più.

  • Questa spiaggia è perfetta per i bambini perché si tocca fino a molto lontano.

Come si dice quest’espressione nella vostra lingua?

View original post

italian language: MAGARI

Riblogghiamo perché *magari* questo articolo potrà essere di aiuto a tanti dei nostri studenti! 😀

Iloveitalianlanguage

La strana parola “MAGARI” e come usarla

“Magari”  è un’interiezione che esprime un desiderio o un augurio.

Magari” proviene dalla lingua greca (makàri, da makarios) dove ha il significato di “felice, fortunato”.

L’uso della parola “magari” può essere diviso in 3 casi particolari:

1) Con il significato “sarebbe bello!, me lo auguro!, sarebbe fantastico!, lo spero proprio!». In questo caso, si usa da sola nelle risposte come un’esclamazione che esprime un augurio, un desiderio, un rimpianto.

Per esempio:

– È vero che hai vinto la lotteria? – Magari! (=sarebbe bello, ma non l’ho vinta)

– Vedrai che domani all’esame tutto andrà bene! – Magari! (=sarebbe bello! Me lo auguro! Lo spero proprio!)

– Ti piacerebbe vivere a New York? – Magari! (=sarebbe fantastico!)

– Allora, sei andato al mare questo weekend? – Magari! Il tempo era brutto e sono rimasto a casa…

View original post 159 more words

Lake exSnia in Rome (ex Cisa Snia factory)

La meta di una delle nostre escursioni preferite: il lago dell’exSnia (in inglese) ❤

Angeli del suolo

In one of our first newsletters, we told the story about the “Wood in the City“: citizens led by the Italia Nostra Association, were able to safeguard an area of 110 ha and transform it into a public park, a short distance away from the centre of Milan. Luckily, this is not a one-off: we have heard of a similar, successful experience in Rome, in the Pigneto Prenestino district, not far from the Metro C station “Malatesta”.

This emblematic experience is related to the transformation of a disused factory, and it shows how several attempts at using up the land for commercial purposes were defeated by the citizens’ growing awareness for the environment. Now a large part of the area has been transformed into a park, the Parco delle Energie, while some abandoned industrial buildings nearby are hosting a community centre, the CSOA exSnia.

This story starts with…

View original post 549 more words